difficult

COP26: UN ALTRO CAVALLO DI TROIA – COMPAGNIE AEREE PRONTE AD AZZERARE LE EMISSIONI DI CO2

cop26:-un-altro-cavallo-di-troia-–-compagnie-aeree-pronte-ad-azzerare-le-emissioni-di-co2

nogeoingegneria com climate change geopolitica air bp neste

Alla Cop26 di Glasgow il settore del trasporto aereo concorde nell’obiettivo Net-Zero Emissions entro il 2050

Le principali compagnie aeree si impegnano a raggiungere l’obiettivo Net-Zero Emissions entro il 2050, nonostante si preveda di quintuplicare i passeggeri entro lo stesso periodo. Responsabili di circa il 3% delle emissioni nocive nell’aria in capo al 10% della popolazione globale che utilizza il trasporto aereo, per i vettori raggiungere questo obiettivo non sarà facile, come emerso nel corso di di Cop26 di Glasgow e soprattutto avrà ricadute sui consumatori.

Al momento l’unico strumento a disposizione per abbattere le emissioni di CO2 nell’aria è il Sustainable Aviation Fuel (SAF) che le compagnie miscelano con il carburante da almeno un decennio sulla base degli accordi firmati nel 2009 dall’ ICAO, l’Organizzazione internazionale dell’aviazione civile in capo alle Nazioni Unite. Il vantaggio nell’utilizzo di questo sostituto del cherosene per jet è che ha le stesse proprietà, ma è meno inquinante. Inoltre può essere utilizzato senza modifiche ai velivoli.

Volare green costerà di più…

CONTINUA https://www.ilsole24ore.com/art/compagnie-aeree-pronte-ad-azzerare-emissioni-co2-AEKdBgw

Un altro cavallo di Troia

Il sogno dei biocarburanti che avrebbero trasformato gli scarti agricoli in energia è diventato un incubo.

nogeoingegneria com climate change geopolitica 3500

“I biocarburanti dell’Ue hanno causato la deforestazione di un’area grande come l’Olanda”

nogeoingegneria com climate change geopolitica deforestazione 3

Negli ultimi dieci anni, i biocarburanti voluti dall’Ue per rimpiazzare i combustibili fossili hanno causato la scomparsa di un’area totale di foresta pari alla superficie dell’Olanda e hanno emesso fino a tre volte più CO2 rispetto al diesel che hanno sostituito. Queste le conclusioni poco incoraggianti dello studio condotto da Transport & Environment (T&E), un’organizzazione attiva sui temi della mobilità sostenibile. Il documento mette in evidenza, oltre alle scelte discutibili fatte da Bruxelles, quali sono i Paesi che hanno scommesso di più sui carburanti di nuova generazione. Nel 2020, l’Italia è stata la terza produttrice europea di biodiesel, alle spalle di Spagna e Paesi Bassi, e la quarta per consumi. 

CONTINUA https://europa.today.it/network/biocarburanti-ue-deforestazione-olanda.html

Un titolo totalmente fuorviante perchè …

La foresta amazzonica ora emette più CO2 di quanto ne assorba

Secondo un nuovo studio pubblicato su Nature, la foresta pluviale amazzonica emette più anidride carbonica di quanto ne sia in grado di assorbire. Le emissioni ammontano a un miliardo di tonnellate di anidride carbonica all’anno. La foresta amazzonica, con i suoi alberi e piante, ha assorbito circa un quarto di tutte le emissioni da combustibili fossili dal 1960, svolgendo un ruolo decisivo nella lotta alla crisi climatica.

La maggior parte delle emissioni sono determinate dagli incendi, molti dei quali sono dolosi e appiccati per liberare il terreno in favore degli allevamenti intensivi e dei campi di soia. La deforestazione poi risulta essere uno degli enormi problemi della regione. CONTINUA https://www.iconaclima.it/estero/la-foresta-amazzonica-ora-emette-piu-co2-di-quanto-ne-assorba/

nogeoingegneria com climate change geopolitica 3908fc amazzonia 2

L’ AGENDA 21 – UNA MASCHERA VERDE

LA GEOINGEGNERIA È UN CAVALLO DI TROIA

LA CO2 COME CAPRO ESPIATORIO E LA VIA VERSO UN ‘MONDO NUOVO’

IMPORTANTE!: Il materiale presente in questo sito (ove non ci siano avvisi particolari) può essere copiato e redistribuito, purché venga citata la fonte. NoGeoingegneria non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale ripubblicato.Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Leave a Reply