Travel

Le Isole Viola della Corea del Sud dove tutto è color lavanda

le-isole-viola-della-corea-del-sud-dove-tutto-e-color-lavanda

Ispirati dal loro fiore autoctono, la campanula, i residenti delle isole Banwol e Bakji, conosciute come le  “Isole Viola” , hanno dipinto le loro case, strade e ponti di viola. 

I ristoranti sulle isole offrono riso viola e servono cibo su piatti dello stesso colore. Alcuni residenti hanno aderito al progetto  con entusiasmo, prendendo la decisione di adeguare il look all’estetica dell’isola:

Ogni mattina mi vesto di viola dalla testa ai piedi, comprese le mutande e le scarpe, e questo mi rende felice

ha dichiarato Jung Soon-shim, 88 anni, residente.

I visitatori possono percorrere tre passerelle viola che collegano le due isole e ammirare i meravigliosi campi di lavanda e campanula, ma anche migliaia di alberi imperatrice, che naturalmente fioriscono di viola. 

Qui le panchine sono decorate con lo slogan “I purple you “,  frase resa popolare dal membro della band K-pop BTS Kim Tae-hyung, più comunemente noto come V, che viene interpretata come “Mi fido, ti amo e ti sostengo”.

A chi indossa il viola è persino consentito l’ingresso gratuito alle isole.

Le persone anziane come noi hanno una vita appartata qui, da quando tutti i giovani hanno lasciato la città. Sono contenta di vedere giovani e ragazzi che visitano la nostra città. Sono tutti come i miei nipoti

ha detto  Shin Deok-im, 79 anni, che vive sull’isola di Bakji da più di 60 anni.

Le piccole e tranquille isole hanno poco più di cento residenti e sono state scelte per un progetto turistico sostenuto dal governo. Dal 2015 infatti la contea di Shinan ha investito 4,8 miliardi di won (4,25 milioni di dollari) per trasformare le isole, compresa la verniciatura di oltre 28.000 metri quadrati di tetti lilla.

La trasformazione è stata un vero successo, tanto che le isole hanno attirato attirato oltre 487.000 visitatori nel 2019. 

Le Isole Viola offrono uno spettacolo a dir poco onirico e sono senza dubbio un’attrazione unica al mondo! 

Leggi anche: 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *