difficult

PIÙ ALTO È IL TASSO DI VACCINAZIONE, MAGGIORE È L’ECCESSO DI MORTALITÀ

piu-alto-e-il-tasso-di-vaccinazione,-maggiore-e-l’eccesso-di-mortalita

nogeoingegneria com climate change geopolitica vaccine 6109522 1920 scaled 1

Studio importante condotto da scienziati tedeschi* Lo studio dovrebbe far pensare.

By Prof. Dr. Rolf Steyer and Dr. Gregor Kappler

Riassunto

La correlazione tra l’eccesso di mortalità negli stati federali e il loro tasso di vaccinazione una volta ponderato con il numero relativo di abitanti dello stato federale è 0,31. Questo numero è sorprendentemente alto e sarebbe negativo se la vaccinazione riducesse la mortalità. Per il periodo considerato (dalla settimana 36 alla settimana 40, 2021), vale quanto segue: Più alto è il tasso di vaccinazione, più alto è l’eccesso di mortalità. In vista delle prossime misure politiche volte a ridurre il virus, questo dato è preoccupante e deve essere spiegato se si vogliono adottare ulteriori misure politiche con l’obiettivo di aumentare il tasso di vaccinazione.

Per iniziare

1. La panoramica generale dell’attuale eccesso di mortalità in Germania nel suo complesso può essere trovata qui.

2. E anche qui, dove si può leggere direttamente la deviazione dal valore mediano degli anni 2016 -2020.

Questi due grafici sono interattivi, cioè i numeri vengono visualizzati direttamente non appena si sposta il puntatore del mouse su di essi. Guardando le settimane da 36 a 43, il confronto tra il 2021 e la mediana 2016-2020 mostra l’eccesso di mortalità in questi COG in modo diretto e in cifre assolute. In alcune di queste settimane, ci sono effettivamente circa 2000 morti in più rispetto alla mediana dal 2016 al 2020.

I tassi di mortalità e di vaccinazione sono registrati in modo particolarmente affidabile. Il fatto che qualcuno sia stato vaccinato due volte è incontestabile come quello di sapere se qualcuno è morto. Se si guardano variabili più complesse come la causa della morte, non è così: la determinazione di cause di morte come “morto per infezione da Covid-19” dipende relativamente dalle interpretazioni. Un test positivo non è assolutamente la prova di questa causa di morte. I tassi di mortalità e i tassi di vaccinazione, d’altra parte, si basano solo in piccola parte sulle interpretazioni.

Le nostre fonti di dati

I dati che utilizziamo provengono da

1. Ufficio federale di statistica (vedi questo)

2. Istituto Robert Koch (vedi questo)

(Il link in questione, dove è possibile scaricare i numeri rilevanti come file Excel, è dato tra parentesi).

Cosa abbiamo fatto?

1. Calcolo della mortalità in eccesso

Per ognuno dei 16 stati federali, abbiamo sommato il numero di morti nei KWn 36-40 per ogni anno dal 2016 al 2021. (Quelli più recenti non sono ancora disponibili per i singoli stati federali fino ad oggi, 16 novembre 2021). Il risultato è il numero di morti per ogni stato federale e anno nel periodo dalla settimana 36 alla settimana 40. Per un valore comparativo del numero di decessi nelle settimane dalla 36a alla 40a nel 2021, abbiamo fatto la media dei tassi di mortalità nella settimana dalla 36a alla 40a per gli anni dal 2016 al 2020. Per ogni stato federale, questi valori medi degli ultimi anni sono la base per il confronto con il 2021. Per il confronto, abbiamo creato la relazione tra il numero di morti nel 2021 nel periodo dalla settimana 36 alla settimana 40 utilizzando i valori medi appena menzionati e poi l’abbiamo moltiplicato per 100. Il rapporto 100 significa quindi che non c’è né eccesso né sotto-mortalità, il rapporto 110 afferma che nel periodo in esame 2021 è morto esattamente il 10% in più di persone rispetto alla media dei 5 anni precedenti. Le cifre effettive variano tra i 16 stati tra 102,2 (Sassonia) e 115,7 (Meclemburgo-Pomerania occidentale). Maggiore è la deviazione (da 100) verso l’alto, maggiore è l’eccesso di mortalità nel rispettivo stato federale.

2. Tasso di vaccinazione

Siamo stati in grado di trovare il tasso di vaccinazione direttamente dalla tabella menzionata in Data Sources (punto 2). È stata scelta la quota di persone vaccinate due volte.

3. Calcolo della correlazione tra tasso di vaccinazione e eccesso di mortalità

I 16 paesi (regioni) hanno popolazioni molto diverse. La città anseatica di Brema ha solo circa 0,68 milioni di abitanti, lo stato del Nord Reno-Westfalia, invece, circa 17,92 milioni. (Queste cifre si possono trovare anche presso l’Ufficio Federale di Statistica.) Nel calcolare la correlazione tra il tasso di vaccinazione e l’eccesso di mortalità, abbiamo usato la dimensione relativa della popolazione come pesi (così come le medie e le varianze). In questo modo, si evitano distorsioni a favore della situazione nelle piccole regioni.

La figura seguente mostra un grafico a scatter dei 16 punti di dati (degli stati federali). Il tasso di vaccinazione è sull’asse orizzontale e il rapporto è eliminato sull’asse verticale, dove la dimensione dell’area dei punti rappresenta la popolazione relativa.

nogeoingegneria com climate change geopolitica screen shot 2021 11 22 at 10.59.59 pm 768x473 1

Secondo questa cifra, la Sassonia (SN) e la Turingia (TH) sono quelle con i migliori risultati in termini di eccesso di mortalità attuale. Hanno anche i tassi di vaccinazione più bassi.

4. Interpretazione del risultato

La correlazione è + 0,31, che è incredibilmente alta e soprattutto in una direzione inaspettata. In realtà, dovrebbe essere negativa, per cui si dovrebbe poter dire: Più alto è il tasso di vaccinazione, più basso è l’eccesso di mortalità. Tuttavia, è il contrario e questo deve essere chiarito con urgenza. L’eccesso di mortalità può essere osservato in tutte le 16 regioni. Il numero di morti di Covid riportato dall’RKI nel periodo considerato rappresenta coerentemente solo una parte relativamente piccola della mortalità e, soprattutto, non può spiegare i fatti critici:

Più alto è il tasso di vaccinazione, più alto è l’eccesso di mortalità.

La spiegazione più diretta è:

1. La vaccinazione completa aumenta la probabilità di morte.

Naturalmente, sono possibili spiegazioni più indirette:

2. Più alta è la percentuale di anziani, più alto è il tasso di vaccinazione e l’eccesso di mortalità. Quindi, anche i tassi di vaccinazione e l’eccesso di mortalità sono correlati. (Tuttavia, questa spiegazione non è molto plausibile, poiché la proporzione di anziani sarebbe poi cambiata significativamente tra il 2016-2020 da un lato e il 2021 dall’altro).

3. I tassi di vaccinazione più alti sono ottenuti grazie all’aumento dello stress e dell’ansia nel paese in questione e questi portano ad un aumento del numero di morti.

Altre spiegazioni non sono affatto escluse. Alcune di queste possono anche essere supportate dalle cifre e dovrebbero essere ulteriormente investigate. Siamo molto grati per suggerimenti di questo tipo.

Traduzione a cura di Nogeoingegneria 

FONTE 

Per scaricare lo studio, clicca sul link qui  Übersterblichkeit KW 36 bis 40 in 2021 (003) Eccesso di mortalità dalla settimana 36 alla 40 nel 2021 (003)

CORRELLATO

Svezia: senza chiusure, meno morti in eccesso

Qui sotto potete vedere un confronto parallelo dei risultati della risposta pandemica dei due paesi, basato sui dati compilati da CAN Films (7):

ScoziaSvezia
Popolazione

5,5 milioni

10,2 milioni

Morti in eccesso 2020

15%

7,5%

Chiusure

3

Passaporti vaccinali

Vaccinazione volontaria

Giorni di chiusura della scuola

64

Aumento di peso dovuto alla noia

54%

0%

Aumento dei decessi legati all’alcol

17%

3%

Tasso di inflazione

3,2%

1,5%

Aumento della depressione

24%

6%

Contrazione dell’economia

10%

2,8%

Aumento del debito

28%

13%

La Svezia ha mantenuto la propria gestione della pandemia, nonostante le pesanti critiche. L’epidemiologo di stato del paese, il Dr. Anders Tegnell, ha parlato apertamente del suo approccio contrario all’isolamento fin dall’inizio della pandemia, portandolo ad essere descritto come “l’architetto anti isolamento della Svezia” (8). ARTICOLO INTEGRALE

IMPORTANTE!: Il materiale presente in questo sito (ove non ci siano avvisi particolari) può essere copiato e redistribuito, purché venga citata la fonte. NoGeoingegneria non si assume alcuna responsabilità per gli articoli e il materiale ripubblicato.Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

Leave a Reply