latest

Recensione Fujifilm X-T4: il meglio dei due mondi per i tiratori ibridi

recensione-fujifilm-x-t4:-il-meglio-dei-due-mondi-per-i-tiratori-ibridi

Se acquisti qualcosa usando i link nelle nostre storie, potremmo guadagnare una commissione. Per saperne di più.

Sia che li ami o che li odi, le fotocamere mirrorless basate su APS-C di Fujifilm producono immagini che non puoi trovare altrove. Più che dimensioni del sensore, velocità della messa a fuoco automatica o qualsiasi altra funzione, questo è il segno di una fotocamera eccezionale. Ecco perché sono sempre entusiasta quando Fujifilm produce un nuovo modello.

L’ultima è la Fujifilm X-T4, un aggiornamento del la fotocamera mirrorless APS-C di punta dell’azienda, la X-T3. Condivide anche alcune somiglianze con il Fujifilm X-Pro3 telemetro, in particolare negli interni, ma l’X-T4 conduce con nuove funzionalità fino in fondo, da il design, lo stile e l’esperienza complessiva di utilizzo. Se le riprese con l’X-Pro3 risalgono all’era del film, l’X-T4 sembra qualcosa del futuro.

Novità

X-T4 è costruito in modo solido, con un design interamente in metallo che mantiene tutti i controlli meccanici che ti aspetteresti dal marchio. Il design del corpo dell’era cinematografica di Fujifilm è avvolto da un nuovo impressionante meccanismo di scatto, con stabilizzazione dell’immagine integrata e un touchscreen posteriore completamente articolato che può essere ruotato in modo da non graffiarsi nella borsa.

La prima cosa che i fan di Fujifilm noteranno sull’X-T4 è il nuovo meccanismo dell’otturatore. Il suo smorzamento migliorato ha prodotto uno scatto soddisfacente leggermente leggero, anche in modalità meccanica. È più silenzioso della modalità “silenziosa” su altre fotocamere che ho usato. L’aggiornamento più importante è la velocità di scatto a raffica, che ora può colpire 10 fotogrammi al secondo (fps) con autofocus. Questo è con l’otturatore meccanico: se si desidera utilizzare l’otturatore elettronico, è possibile salire a 20 fps (corrispondente al suo predecessore, l’X-T3).

Ciò che è altrettanto impressionante è il la velocità con cui l’X-T4 può cancellare il suo buffer, il luogo in cui sono memorizzati i dati dell’immagine prima che vengano salvati sulla scheda di memoria. Ci sono telecamere là fuori con buffer più grandi, ma una volta che il buffer dell’X-T4 è pieno, si cancella in meno di due secondi, il che significa che non c’è quasi nessun ritardo quando si scatta rapidamente. Fotografi sportivi e di ritratti, questa è una fotocamera che vale la pena provare.

Fotografia: Fujifilm

La stabilizzazione dell’immagine nel corpo (IBIS) è un’altra gradita aggiunta. In combinazione con un obiettivo stabilizzato, Fujifilm richiede una correzione 6.5EV. In pratica, tra l’IBIS, l’obiettivo stabilizzato e le opzioni ISO elevate, non ho riscontrato situazioni di scarsa luminosità che non potevo tenere in mano.

Parlando di scarsa luminosità, scatti in interni testare il nuovo IBIS mi ha fatto notare la mia cosa preferita sull’X-T4: la gamma dinamica. La straordinaria gamma di toni che ho ricevuto, anche con i file JPEG, è stata francamente sorprendente. Anche nelle scene notturne ben illuminate, il roll-off delle luci è incredibilmente fluido.

L’algoritmo di messa a fuoco automatica è stato migliorato per considerare anche forme e colori. I risultati nelle foto sono eccellenti, anche in condizioni di scarsa luminosità, in cui l’X-T4 è molto preciso. È interessante notare che il sistema di messa a fuoco automatica è lo stesso dell’X-T3, il che significa che Fujifilm potrebbe teoricamente portare il nuovo algoritmo sull’X-T3 in un aggiornamento del firmware.

Come per tutte le principali nuove fotocamere di Fujifilm, l’X-T4 introduce una nuova modalità di simulazione del film. Questa volta è Eterna Bleach Bypass, che è un effetto di colore progettato per imitare il profilo colore del film Eterna quando elaborato con un bypass di candeggina. È una delle modalità di simulazione cinematografica più potenti rilasciate da Fujifilm, producendo immagini con saturazione e contrasto molto bassi.

L’X-T4 ottiene anche tutti i controlli di tono aggiornati che Fujifilm ha introdotto con X-Pro3 recente, inclusa una nuova funzionalità che consente regolazioni di mezzo passo in luci e ombre. L’impostazione può richiedere molto tempo, ma una volta che ho composto i preset nel modo in cui li desideravo, non ho mai sentito la necessità di eseguire alcuna post-elaborazione sulle mie immagini.

Normalmente il le immagini direttamente dalla fotocamera sono JPEG e lo sono ancora, ma l’X-T4 offre una nuova opzione per l’output di 8 o 16 – file TIFF bit che utilizzano il software di conversione RAW incorporato nella fotocamera. È un modo interessante per ottenere un’immagine che ha l’elaborazione RAW di Fujifilm, quindi corrisponde alla simulazione del film, che alcuni software fanno fatica a fare, ma non è un JPEG compresso. Tieni presente che il risultato 11 – I bit TIFF sono enormi, circa 3 volte le dimensioni del file RAW.

Infine, le fotocamere della serie XT hanno sempre assorbito le batterie, al punto che è sicuro di dire che la durata della batteria non ha avuto altro posto dove andare. La buona notizia è che è salito. Sono andato più giorni a scattare foto senza dover cambiare batteria. Anche girando video 4K, sono riuscito a ottenere circa due ore con una singola batteria.

Miglioramenti video

La maggior parte dei miglioramenti all’X- I T4 sono rivolti allo scatto ibrido e allo sparatutto video. Non esiterei a dire che questa è la migliore fotocamera sul mercato in questo momento per chiunque passi frequentemente da fermo immagine a acquisizione video.

Ci sono diverse piccole ma incredibilmente utili modifiche che lo rendono molto più facile cambiare modalità di scatto. Il primo è il colletto inferiore del selettore della velocità dell’otturatore, che ora è un modo comodo e veloce per alternare tra le modalità foto e video.

Questo quadrante evidenzia anche un interessante cambiamento nelle impostazioni del menu di Fujifilm . Quando sei in modalità foto e vai nelle impostazioni, vedrai solo le impostazioni relative alle immagini fisse. Passa alla modalità video e vedrai solo le impostazioni per il video. È una bella separazione, molto simile ai menu del Leica SL2 – che rende super semplice passare avanti e indietro con un set di impostazioni completamente diverso.


  • Fujifilm XT4 Review The Best of Both Worlds for Hybrid Shooters

  • Fujifilm XT4 Review The Best of Both Worlds for Hybrid Shooters

  • Fujifilm XT4 Review The Best of Both Worlds for Hybrid Shooters

Fotografia: Scott Gilbertson


Il grande video la differenza rispetto all’X-T3 è il nuovo 099 – acquisizione video full HD fps, dandoti 10 X filmati al rallentatore. Ciò comporta un ritaglio di circa 1,3X, ma Fujifilm ha utilmente incluso un’impostazione per applicare tale ritaglio a tutte le modalità video. Significa che puoi girare filmati al rallentatore, passare a 4K e continuare a scattare senza preoccuparti di dover riformulare la scena o cambiare gli obiettivi.

Un altro bel aggiornamento è la possibilità di registrare video in modo ridondante su entrambe le schede SD contemporaneamente per precauzione di backup. Ma non è tutto roseo. Il jack per le cuffie non c’è più, quindi dovrai usare l’adattatore da USB-C a 3,5 mm (incluso). Inoltre, quando si riprendono video l’autofocus a volte caccia. Spesso perdevo il mio soggetto mentre io e il soggetto eravamo in movimento. Ma quando funziona, l’X-T4 realizza meravigliosamente filmati cinematografici.

Anche l’impugnatura è ancora troppo piccola. È leggermente più grande del suo predecessore, ma è tristemente sottodimensionato per un corpo di queste dimensioni. È stato molto fastidioso quando si scatta con l’orientamento verticale, dove temevo di lasciar cadere la fotocamera tenendola con una mano. Detto in questo modo: il corpo è più pesante del mio Sony A7II, ma l’impugnatura è una frazione di ciò che ottieni sulla Sony.

Quanto sia problematico dipenderà un po ‘dalle dimensioni delle tue mani. Ho le dita lunghe, quindi forse mi dà più fastidio di quanto farebbe gli altri, ma francamente l’impugnatura X-T4 sembra piccola anche nelle mani del mio bambino di 5 anni.

Ne vale la pena?

Fotografia: Fujifilm
Fotografia: Fujifilm

Il corpo X-T4 è $ 1, 699, che è $ 55 più del prezzo originale dell’X-T3. Puoi anche ottenere un kit con 15 – 55 obiettivo OIS mm F / 2.8-4.0, che è ciò che mi ha inviato Fujifilm, per $ 2, 099. È un bel po ‘di soldi per una fotocamera con un sensore APS-C. Per confronto, il Sony A7RIII , un full frame macchina fotografica, è regolarmente in vendita per circa $ 2, 200. Z6 full-frame di Nikon può anche essere acquistato per circa $ 1, 800, anche.

Comunque, questa è una fotocamera quasi perfetta per il tipo di fotografo che vuole il meglio di entrambi i mondi: splendide foto e un buon video. Se hai una Panasonic GH-5 per i video e qualcos’altro per le foto, l’X-T4 è abbastanza buono da sostituire entrambi. Ma per qualcuno che raramente lavora con i video, l’X-T4 è un aggiornamento meno avvincente rispetto all’X-T3. Se sei principalmente uno shooter e vuoi una fotocamera Fujifilm, l’X-T3 potrebbe essere l’acquisto migliore, poiché è più economico.

Tuttavia, la stabilizzazione nel corpo dell’X-T4 sicuramente apre possibilità di riprese in condizioni di scarsa illuminazione che non otterrai dal suo predecessore.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *